DA NON PERDERE

POLIGNANO A MARE

La città di Domenico Modugno il più grande cantautore italiano, nato a Polignano a Mare il 09 Gennaio 1928. Perla dell’Adriatico, sublime connubio tra il mare cristallino e le scogliere del borgo antico che si stagliano nel blu con uno strapiombo suggestivo e mozzafiato. Un oasi da scoprire nella ricca provincia di Bari, dove i trulli e le grotte trovano il loro naturale sbocco a mare nel paese di Domenico Modugno, tra i vicoli di storia, le terrazze e le balconate impreziosite dal fascino del tempo. Premiata con l’ambito riconoscimento della Bandiera Blu e delle 4 vele di Legambiente, Polignano a Mare punta sull’avvolgente ospitalità della sua gente, sulle sue tradizioni e sul folclore per accogliere il turista. Ed alla sera si veste a festa con i colori delle sue scogliere che da millenni tramandano i suoni ed il fascino della terra di Puglia. 

PARCHI DIVERTIMENTO - ACQUAPARK EGNAZIA E ZOOSAFARI DI FASANO

Il nuovissimo parco acquatico realizzato in località Capitolo sul litorale di Monopoli . Adatto per adulti e bambini, single e comitive, dotato di strutture innovative. Il parco offre aree per le attività sportive (calcetto, basket, pallavolo, fitness, letti elastici, ecc.), stand per lo shopping, aree pic-nic, videogiochi, animazione ad ogni ora del giorno per grandi e piccoli. Inoltre verde, zone d’ombra e nebulizzatori sapranno rinfrescare anche le giornate più torridi. L’enorme piscina “Oceano” che può accogliere contemporaneamente oltre 800 persone, regala emozioni fantastiche con le sue gigantesche onde oceaniche. Il gruppo di scivoli “Le prove di Ercole”, distinguibili da chilometri per la personalissima skyline che di segnano, per appagare le esigenze di tutti, tanto i prudenti quanto i temerari. L’angolo dedicato alla famiglia “Lo Zoo di Fabulinus” molto luogo ideale per i più piccini, che possono essere controllati dagli adulti posizionati nelle vicine e capienti vasche per idromassaggi “I Bagni di Taras” 

MUSEO E PARCO ARCHEOLOGICO DI EGNAZIA

 Il MUSEO e il Parco archeologico di EGNAZIA sono raggiungibili dalla Strada Statale 379 uscita Fasano-Savelletri, in provincia di Brindisi.L’ingresso è sulla litoranea Monopoli-Savelletri. ll sito archeologico di Egnazia, inserito in un felice contesto naturalistico-ambientale, è uno dei più interessanti della Puglia.Citata da autori come Plinio, Strabone, Orazio, la città ebbe grande importanza nel mondo antico per la sua posizione geografica; grazie alla presenza del porto e della Via Traiana, infatti, essa fu attivo centro di traffici e commerci. La storia dell'antica GNATHIA si è snodata nell'arco di molti secoli. Il primo insediamento, costituito da un villaggio di capanne, sorse nel XV sec. a. C. (età del bronzo). Nell'XI sec. a. C. (età del ferro) si registra l'invasione di popolazioni provenienti dall'area balcanica, gli Iàpigi, mentre con l'VIII sec. a. C. inizia la fase messapica che per Egnazia, come per tutto il Salento, cesserà con l'occupazione romana avvenuta a partire dal III sec. a. C. La città entrerà quindi a far parte prima della repubblica e poi dell'impero romano e decadrà insieme ad esso.Della fase messapica di Egnazia restano le poderose mura di difesa (alte 7 m., lunghe 2 km., delimitano un'area urbana di circa 40 ettari) e le necropoli, ove oltre a tombe a fossa e a semicamera, sono presenti monumentali tombe a camera decorate con raffinati affreschi.Della città, scavata solo in parte, si conservano le vestigia risalenti alla fase romana. Notevoli i resti della Via Traiana, della Basilica Civile con l'aula delle Tre Grazie, del Sacello delle divinità orientali, dell'anfiteatro, del foro. Ottimamente conservato il criptoportico. Sono presenti anche due basiliche paleocristiane, originariamente con pavimento a mosaico.

 

VALLE D' ITRIA - CISTERNINO E MARTINA FRANCA

La Valle d'Itria è una porzione di territorio della Puglia centrale, a cavallo tra la città metropolitana di Bari e le province di Brindisi e Taranto. Il suo territorio coincide con la parte meridionale dell'altopiano delle Murge: in senso stretto è la depressione carsica che si estende tra gli abitati di LocorotondoCisternino e Martina Franca. La principale peculiarità della valle sono i trulli, tipiche ed esclusive abitazioni in pietra a forma di cono, le masserie e il paesaggio rurale in genere caratterizzato dall'elevato uso della pietra locale utilizzata per costruire muri a secco e dal terreno di colore rosso acceso, tipico della Puglia meridionale.

La Valle d'Itria è una delle zone d'Italia a maggior frequentazione turistica. Le bellezze naturali, architettoniche e paesaggistiche di questa porzione della Murgia dei Trulli ne fanno una delle mete principali del turismo internazionale. Tutto questo giustifica l'alta presenza di strutture ricettive e gastronomiche, nonché di numerosi eventi durante l'anno.

I centri storici, caratterizzati da vicoli e stradine ingarbugliate e pavimentate con le tipiche Chianche, dalle case imbiancate a calce e dai caratteristici balconi fioriti, dalle Chiese e dai monumenti di varie epoche creano un contesto elegante e artistico con grandi capolavori d'arte.

SAN DOMENICO GOLF

Considerato uno dei migliori golf club d’Italia, il San Domenico Golf è un prestigioso campo a 18 buche in Savelletri di Fasano  affacciato sul mare della Puglia: 6300 metri di prati sinuosi che si rincorrono tra gli ulivi secolari lungo un incantevole tratto di costa adriatica regalando spettacolari scorci sul mare.

Tappa italiana del PGA European Challenge Tour Grand Final, il San Domenico Golf è stato disegnato dall’European Golf Design che ha realizzato alcuni dei più prestigiosi campi da golf internazionali come Celtic Manor, Portmarnack in Irlanda e il PGA Catalunya.